Lo chiamano smart working, ma è davvero smart?

L’essere umano per sua natura è una creatura sociale, ci siamo evoluti per essere tali. Siamo predisposti per una connessione umana in grado di contrastare i dannosi effetti biologici di stress e ansia. Per tutta la storia dell'umanità, le persone sono state in strutture familiari, gruppi di gioco, di studio, di lavoro … ci siamo evoluti per desiderare e fare affidamento su questa interazione con altri esseri umani.


Già prima dell’avvento Covid-19, le relazioni faccia a faccia erano state minate dalle "conversazioni" elettroniche, durante le quali i bisogni e i sentimenti umani sono trasmessi in modo meno onesto.


Mentre la pandemia di Covid-19 continua, milioni di persone stanno facendo i conti con il fatto di essere sempre più tagliati fuori dalla società. Oltre l'inconveniente di lavorare da casa o di non poter andare in bar, ristoranti o cinema, tuttavia, gli esperti hanno scoperto che l'isolamento sociale può avere un profondo effetto sulla salute fisica e mentale delle persone. Basti considerare che l’isolamento è la punizione più temuta anche dai galeotti incalliti.


Secondo un nuovo rapporto delle Accademie nazionali di scienze, ingegneria e medicina (ANSIM), l'isolamento sociale è stato collegato a un aumento del 50% del rischio di demenza, un aumento del 29% del rischio di malattie cardiache, un aumento del 32% di ictus, della depressione del 32% dopo pochi giorni e a lungo termine aumenta persino il rischio di morte prematura del 26%. Inoltre, con l'incertezza continua di ciò che sta accadendo proprio ora nel mondo, la risposta del tuo corpo a ciò potrebbe essere diversa. A seconda della misura in cui senti di avere le risorse di cui hai bisogno per affrontarlo. In gran parte può anche dipendere dal fatto che tu senta o meno di avere altri nella tua vita su cui poter contare.


Il rapporto ANSIM ha anche dimostrato che le persone socialmente collegate mostrano meno infiammazione, al contrario le persone che sono più isolate e sole mostrano una maggiore infiammazione cronica e maggiore invecchiamento cellulare.

Un periodo di alcune settimane in isolamento non dovrebbe portare all'infiammazione e al rischio di problemi cardiovascolari descritti, tuttavia le persone potrebbero comunque vedere un impatto sulla loro salute nel tempo provocato dalla reazione tardiva della memoria cellulare e della risposta del sistema immunitario.


Tuttavia, la necessità di reprimere le riunioni sociali, non deve necessariamente tradursi in isolamento sociale, in quanto vi sono una vasta gamma di opzioni per rimanere in contatto. Mandare SMS, videochiamare, telefonarsi… tutti strumenti che potrebbero potenzialmente aiutare a scongiurare il senso di isolamento o solitudine.


Anche se la tecnologia non potrà mai sostituirsi ad un’autentica relazione umana, il contatto fisico, l'essere faccia a faccia con le persone, sono tutti sottili segnali sociali su cui facciamo affidamento, che sono radicati in noi da generazioni e millenni. Io penso che si possa ottenere una parte del tuo modo di interagire con gli altri in modo digitale. E più ricco sia il formato di comunicazione, probabilmente migliore è. Quindi una telefonata è meglio di un SMS, una videoconferenza è probabilmente migliore di una telefonata.


Le persone anziane, che sono maggiormente a rischio di Covid-19, potrebbero essere meno esperte tecnologicamente e potrebbero avere meno connessioni per cominciare. Potrebbero non essere in grado di fare videochiamate o addirittura inviare un messaggio di testo. È importante rassicurarli sul fatto che l'aiuto è a portata di mano. Facciamo molta attenzione alle persone più vulnerabili, assicuriamoci di essere in contatto con loro per sincerarsi che stiano bene, che capiscano il loro valore per la società e che ci sono persone che hanno ancora bisogno di loro.


Ci sono prove che questi “periodi di isolamento” possono avere effetti immediati e a breve termine sulla nostra fisiologia. Ad esempio, se la tua pressione sanguigna è elevata in modo acuto, questo avrà un diverso tipo di effetto rispetto a se la tua pressione sanguigna è elevata cronicamente.

Per quelli con condizioni preesistenti sottostanti, tali aumenti acuti potrebbero scatenare una sorta di evento acuto. Ma per la maggior parte di noi, che non hanno una sorta di condizione di fondo, la speranza è che questo sia solo acuto e non abbia questi effetti a lungo termine.


Post recenti

Mostra tutti

Chi sei?