STRESS MA QUANTO MI COSTI?


STRESS MA QUANTO MI COSTI?

Nel mondo degli affari, ognuno per il suo ambito di lavoro, sa quasi sempre e con precisione i costi e le entrate del proprio settore, ma hai mai considerato di contare il costo dello stress nella tua vita? Se non lo hai mai fatto, questo articolo potrebbe motivarti a considerare seriamente quanti soldi spendi per cercare di gestire lo stress nella tua vita.

Abbiamo tutti bisogno di un piccolo livello di stress nelle nostre vite per motivarci. Tuttavia, quando ti trovi sotto troppa pressione o in una situazione estremamente difficile, che trovi difficile da gestire, allora i costi superano di gran lunga i benefici, eccoti di seguito un breve elenco:

  1. La tua salute e il tuo benessere,

  2. Il tuo stato d'animo,

  3. Le tue relazioni,

  4. La produttività,

  5. Il tuo conto in banca


1. Cominciamo con la tua salute e il tuo benessere:

Troppo stress può portare a pressione alta, insorgenza di diabete di tipo 2, emicrania, dolori muscolari, intestino irritabile, insonnia... La domanda che vorrei chiederti è: a quanta sofferenza vuoi arrivare prima di prendere provvedimenti? Riesci a riconoscere che è lo stress, la causa principale dei tuoi problemi? Se sì, quali passi sei disposto a compiere per fare qualcosa al riguardo? 

La maggior parte degli uomini, per esempio, tende a rimandare il problema o a negarlo, perché affrontarlo può significare andare dal medico e questo sarebbe un inconveniente eccessivo. D'altra parte, ci sono quelli che si prendono il tempo per farsi controllare, poi risolvono la questione assumendo pillole su pillole e prima che lo sappiano, stanno diventando dipendenti da farmaci, e che diventa sempre necessario aumentare le dosi per avere gli effetti desiderati o causare patologie addirittura più gravi, mentre lo stress continua a crescere. Sia negli uomini che nelle donne, c'è una tendenza ad affrontare il problema in altre aree, come l'avvio di un programma di esercizi o la perdita di peso, ma molto presto le loro buone intenzioni vanno nel dimenticatoio.


2. Il tuo stato d'animo:

Quando sei stressato per la maggior parte del tempo, c'è una tendenza a sviluppare un atteggiamento negativo nei confronti della vita, ti senti stanco e apatico e non importa quanto tu cerchi di recuperare il sonno, non ti sembra mai di sentirti meglio. Per alcune persone, forse è difficile anche dormire bene la notte, che può portare a chi soffre di apnea del sonno. La ragione di questo è perché quando sei in una "mentalità negativa" tendi sempre ad essere pessimista, la tua energia diminuisce e la vita diventa una lotta in salita. Non solo, sembri attrarre situazioni negative nei tuoi confronti - ad esempio, potresti trovarti ad avere a che fare con persone "difficili", il più delle volte, o niente sembra andare bene. Essere in questo stato d'animo porta a depressione, ansia, collera e attacchi di panico. Suona familiare?


3. Le tue relazioni:

Lo stress ha un effetto negativo sulle relazioni. Quando sei costantemente preoccupato o cerchi di affrontare tutte le pressioni della tua vita o del tuo lavoro, può mettere a dura prova le tue relazioni. Per esempio, quando arrivi a casa dal lavoro, tutto quello che vuoi è cenare, sdraiarti sul divano e guardare la tv o affondare qualche birra o una bottiglia di vino. La comunicazione si rompe e la tua vita sessuale soffre, perché sei sempre troppo stanco per fare l'amore. La solitudine può anche portare a problemi nelle relazioni, in particolare, se un partner lavora sempre su lunghe ore o su turni irregolari. Purtroppo, per alcune coppie le cose devono raggiungere il punto di crisi prima che facciano qualcosa al riguardo, o il loro partner se ne va e prima che lo sappiano, si stanno dirigendo verso i tribunali del divorzio.


4. La produttività

Io non credo nel termine "equilibrio vita-lavoro", etichettandolo come "frase debilitante". Il fondamento del termine "equilibrio vita-lavoro" presuppone un compromesso. Io, invece, paragono il rapporto tra i due a un cerchio. Quando sei più felice a casa, lavori meglio al lavoro; quando sei felice al lavoro, sei più presente a casa.

Il problema è che la maggior parte dei dipendenti oggi non si sente in grado di implementare la struttura del "cerchio" da me proposto. Invece, si sentono in debito rispetto alle richieste del loro datore di lavoro. Avendo grande esperienza coi malati terminali, ho visto gli effetti devastanti dello stress sia sul lavoro che a casa. La gestione moderna danneggia la salute dei dipendenti e le prestazioni dell'azienda. Lo stress cronico, per quanto non lo vogliamo, è il nostro diritto di nascita dei nostri giorni moderni.

Avendo visto in prima persona gli effetti negativi dello stress, ho creato programmi formativi business in grado di aiutare imprenditori e lavoratori ad avere efficienza ed efficacia, che coadiuvano benessere e redditività.

In uno studio realizzato sull'impatto del lavoro straordinario, che utilizzava dati panel per diciotto settori negli Stati Uniti ha rilevato che l'uso di ore di straordinario riduce la produzione media all'ora per quasi tutte le industrie del campione. Un aumento del 10% degli straordinari determina una diminuzione della produttività del 2,4%.

Ma la produttività diminuisce molto prima di quanto ci aspettiamo. Secondo un noto economista di Stanford, John Pencavel, in merito alla correlazione tra le ore lavorate e la produttività: “il numero ottimale di ore di lavoro era di circa 48 a settimana. Al di sotto di questo numero, l'output è diminuito proporzionalmente al calo delle ore lavorate. Ma una volta che gli operatori hanno cronometrato ... più di 48 ore, la produzione ha iniziato a scendere".

L'impatto sulla produttività è solo l'effetto del primo ordine. Il secondo, di gran lunga maggiore, è il costo finanziario.


5a. Costo finanziario

Il costo finanziario delle esposizioni malsane sul posto di lavoro viene raramente preso in seria considerazione nella maggior parte delle organizzazioni. Eppure, osservandolo da un punto di vista puramente quantitativo, i numeri non sono belli: "un costo di circa $ 180 miliardi di spese per l'assistenza sanitaria, circa l'8% della spesa totale per l'assistenza sanitaria".

Forse ancora più interessante è stato uno studio che ha valutato i costi incrementali annuali dell'assistenza sanitaria sostenuti dai datori di lavoro in base alle diverse condizioni di lavoro. I risultati parlano chiaramente: “i maggiori costi per l'assistenza sanitaria in eccesso erano dovuti all'elevata domanda di lavoro, con un totale di $ 46 miliardi di costi annui in eccesso per l'assistenza sanitaria. Per metterlo a confronto, il conflitto tra lavoro e famiglia è arrivato a $ 24 miliardi, le ore di lavoro lunghe si sono attestate a $ 13 miliardi e il basso controllo del lavoro $ 11 miliardi”. Eppure, nonostante i chiari costi di queste condizioni di lavoro, ho visto pochissimi segnali di cambiamento significativo tra le organizzazioni.


5b. Il tuo conto in banca: 

  • Quanto spesso senti il ​​bisogno di una terapia? 

  • Quanto spendi per vestiti, gioielli, trucchi o scarpe?

  • Se trovi che stai bevendo tutte le sere, dopo il lavoro, quanti soldi spendi in alcool ogni settimana?

  • Se fumi, quanto ti costa l'abitudine?

  • Quanto spendi per i trattamenti di bellezza per aumentare la tua autostima?

  • Se ti senti a tuo agio quando sei stressato, quanto ti costa questa abitudine in termini di aspetto, peso e spesa?

Sono sicuro che alcuni di voi avranno visto programmi televisivi come "sepolti in casa" o “indebitati”, che evidenziano quanto sia facile per le persone, che hanno problemi di fiducia, essere indebitati? A volte, i problemi coinvolti possono essere molto radicati e possono riguardare problemi vissuti durante l'infanzia. Tuttavia, un comportamento del genere porta solo a una sofferenza perenne, soprattutto quando la persona si rende improvvisamente conto che la sua spesa sta sfuggendo al controllo e non è più in grado di soddisfare le sue bollette ed incombenze ogni mese.

Per alcune persone, che trovano difficile affrontare i loro problemi, spendere soldi per oggetti di lusso, per riempire un vuoto VUOTO, sembra molto più facile che ottenere un aiuto professionale o intraprendere azioni positive. Tuttavia, il peso della colpa che deriva da un'abitudine così negativa, porta solo a un rapido deterioramento della salute ottimale.

Sfortunatamente, c'è ancora uno stigma legato al chiedere aiuto, poiché a volte ho sentito persone in difficoltà dire "io non ho bisogno di aiuto, ho solo bisogno di un nuovo uomo/donna nella mia vita"! Sì, certo, come un nuovo uomo/donna risolverà tutti i tuoi problemi! 


Quindi, potrei chiederti di considerare le seguenti domande:

Quando hai capito quanto ti sta costando una vita stressante, quando hai intenzione di affrontarlo?  

Che cosa deve accadere prima che tu decida infine di assumerti la responsabilità del tuo problema?

Per favore, non aspettare che tu sia sull'orlo di un esaurimento nervoso! o peggio finire sotto i ferri del chirurgo. Se sei pronto a fare qualcosa e ad affrontare ciò che sta causando lo stress nella tua vita, allora i premi possono essere immensi. 

Prendi in mano le redini della tua vita, iscriviti al corso Stress e Paura: i killers della produttività.



Stress e Paura: i Killers della produttività